Corso Designer del Prodotto Turistico: Gardalanding e la chiave del successo!

Continuava il viaggio delle brillanti allieve del percorso Garanzia Giovani “Designer del prodotto turistico” della sede di Verona: Alessia, Anna, Arianna e Diana volevano smaterializzare le pareti dell’aula per farci stare dentro tutta la storia del lago di Garda. Ce l’avranno fatta? Giudicate voi, noi siamo già loro prigionieri!


Giacomo Ballerini, uno dei tre soci fondatori dell’azienda Gardalanding, ha raccontato alle nostre allieve come la propria start up è decollata dal 2011. La chiave del successo è stata l’idea di fornire un servizio integrato d’informazione e di prodotto turistico afferente al territorio del lago di Garda sud – zone di Peschiera e Lazise – dove oggi Gardalanding gestisce i rispettivi Info point.

Gardalading rappresenta una buona prassi nell’innovazione dell’offerta turistica. Oltre a fornire ai turisti la possibilità di prenotare pacchetti già strutturati da altri enti, ciò che la distingue dal resto degli operatori della zona è la proposta turistica peculiare introdotta recentemente, che vede lo sviluppo di un’esperienza specifica, vale a dire, il “Prison Tour”: al turista si racconta la storia del territorio da una prospettiva speciale, mediante la visita inedita ed inusuale alla Caserma XXX Maggio, ex carcere, di Peschiera del Garda.

Ciò che ha differenziato l’offerta è stata l’intuizione che un prodotto funzionale può essere strutturato anche al di fuori dei canonici orari e flussi turistici, attirando la clientela nella visita di un luogo particolare, in notturna, strutturando l’esperienza su misura di un target preciso e mai ripetitivo, adattandolo quindi alle specifiche esigenze di qualsiasi età.

Cosa ha lasciato alle allieve la testimonianza di Giacomo Ballerini? Il coraggio di affrontare concretamente le esperienze lavorative e della vita, assieme a tanto impegno e perseveranza che, non solo gli hanno garantito un percorso di successo, ma anche di crescita personale a livello concreto.

Caro Giacomo, grazie! Il tuo mix di innovazione, perspicacia, creatività e coraggio di osare ci ha inebriato. E grazie alle allieve e ai formatori che si sono impegnati ad armonizzare le lezioni con gli interventi di testimonianza, e a proseguire la riflessione con il gruppo alla fine degli incontri, in modo da farne vera fonte di apprendimento.

Questa è stata la seconda tappa del viaggio delle nostre allieve, ma il tour non è finito: al prossimo testimonial!

Treviso, 18/10/2018